SportdelGolfo.com

tutto il nostro sport a 360° con un click!

  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

Calcio: Il Tottenham e le altre sorprese della Champions League

E-mail Stampa PDF
AddThis Social Bookmark Button
Il punto sulla competizione per club più prestigiosa al mondo!

 

Arrivati alla quarta giornata dei gironi della Champions League 2017-18 possiamo già iniziare a tracciare una guida orientativa riguardo non solo le principali candidate al titolo ma anche prendendo in considerazione le squadre che più hanno sorpreso per risultati e gioco. Mentre il Manchester City, il Paris Saint Germain e il Manchester United dominano saldamente i loro gironi a punteggio pieno, ossia con 12 punti su 12 a disposizione, altre squadre si ergono al di sopra dei loro rivali diretti senza essere precedentemente favorite dopo il sorteggio di fine agosto dagli esperti delle quote di scommesse sportive più qualificate.

In primis c’è da segnalare il caso del Tottenham, squadra londinese alla cui guida vi è il tecnico argentino Mauricio Pochettino, uno dei migliori del momento nonché tra i più sottovalutati. L’ex allenatore dell’Espanyol ha messo in campo una formazione perfetta nella spettacolare esibizione contro il Real Madrid nella quale gli Spurs si sono imposti per 3 a 1, grazie soprattutto all’eccellente prestazione di Dele Alli, uno dei giovani talenti più forti e con più proiezione del momento. La gara di Wembley è stata la sublimazione di un momento di forma strepitoso da parte del Tottenham, che oltre a essere terzo in classifica in Premier League con 20 punti è addirittura primo nel suo girone di Champions con 10 punti, ossia 3 in più di un Real sulla carta nettamente superiore. Con lo scontro diretto a favore, dopo che al Bernabéu era finita 1-1, adesso gli Spurs sono virtualmente già qualificati come prima del girone e dovranno raccogliere solo un punto nelle due prossime partite per certificare lo status di leader di gruppo, qualcosa che sembra alla portata degli uomini di Pochettino, co Harry Kane come punta di diamante in attacco.

Un’altra sorpresa, forse ancora più inaspettata, è quella del Besiktas leader del gruppo G. La squadra turca, che all’inizio della competizione sembrava praticamente spacciata per doversela vedere con Porto, Lipsia e Monaco, arrivato in semifinale l’anno scorso, ha invece zittito tutti conquistando 10 punti su 12 ed è adesso già sicura della qualificazione, anche se non ancora del primo posto. Con Ricardo Quaresma come trascinatore e giocatore mediatico, il Besiktas si è imposto in un girone equilibrato ma non facile, e per molti rappresenta la vera sorpresa di quest’edizione della Champions.

Insieme ai turchi c’è la Roma, che invischiata nel tipico gruppo della morte con Chelsea e Atletico Madrid è riuscita prima a pareggiare a Londra e poi a demolire la squadra di Conte in casa con un secco 3-0, nel quale il protagonista assoluto è stato Stephan El Shaarawy. Adesso, con 8 punti, uno in più degli inglesi e cinque in più degli spagnoli, la Roma dipende da sé stessa per finire il girone al primo posto, anche se dovrà affrontare la difficile trasferta di Madrid nella prossima giornata. Un pareggio eliminerebbe gli uomini di Simeone, ex Lazio, il quale vorrà vincere quest’incontro come non mai. Ciò che è sicuro è che sarà uno spettacolo da non perdere.

la redazione - SportdelGolfo.com

Riproduzione Riservata ®

Aggiungi commento

La redazione si riserva di pubblicare l'allegato commento.
Verranno cancellati automaticamente quelli offensivi, lesivi all'immagine di associazioni, società o persone.

Codice di sicurezza
Aggiorna

I cookies vengono utilizzati per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza quando lo si utilizza. I cookies impiegati per il funzionamento essenziale del sito sono già stati impostati. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information