SportdelGolfo.com

tutto il nostro sport a 360° con un click!

  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

Coppa Italia: Catania-Spal 3-0 a tavolino

E-mail Stampa PDF
Valutazione attuale: / 0
ScarsoOttimo 
AddThis Social Bookmark Button

Il Giudice Sportivo ribalta il risultato, terzo turno contro il Cesena

Il Catania vince a tavolino l'incontro di Coppa Italia perso per 1-0 in casa, al Massimino, contro la Spal. La squadra ferrarese ha schierato in campo un calciatore squalificato, per questo motivo gli etnei hanno presentato un ricorso e visti gli atti il giudice sportivo Gianpaolo Tosel, assistito da Stefania Ginesio e dal Rappresentante dell'A.I.A. Eugenio Tenneriello, nel corso della riunione dell’11 agosto 2015, ha assunto le decisioni qui di seguito riportate:

Gara Soc. CATANIA – Soc. SPAL 2013

Il Giudice Sportivo,

letto il reclamo (pervenuto a mezzo fax alle ore 11.53 odierne) della Soc. Catania circa l’irregolare posizione del calciatore ferrarese Finotto Mattia, schierato in campo pur non avendo scontato una squalifica inflitta da questo Giudice in relazione alla gara di Tim Cup Avellino-Monza dell’11 agosto 2013 (CU. 21 del 12 agosto 2013);

acquisita la relativa documentazione dalla Lega Pro, in conformità alla normativa in tema di abbreviazione dei termini (CU n. 1/A della FIGC del 3 luglio 2015);

rilevato che effettivamente il calciatore Finotto è stato sanzionato con la squalifica per una giornata in occasione della gara Avellino-Monza dell’11 agosto 2013, allorchè era tesserato per la Soc. Monza (che veniva eliminata) e che, tesserato nella stagione successiva per la Soc. Spal, veniva inserito in distinta in tutte le gare disputate dalla Società di appartenenza nella Coppa Italia Pro (senza alcuna consequenziale segnalazione da parte del competente ufficio) partecipando infine al primo turno eliminatorio di Tim Cup 2015/2016;

ritenuto che ex art. 22 n. 3 CGS la squalifica non si considera scontata qualora il calciatore squalificato venga inserito nella distinta di gara, pur non venendo impiegato in campo, ne consegue l’evidente responsabilità della Soc. Spal ex art. 17 n. 5 CGS per aver fatto partecipare alla gara un calciatore squalificato, e la responsabilità dello stesso calciatore per aver violato il divieto di accedere nel recinto di giuoco dovendo scontare la squalifica in questione (art. 22 n. 3 CGS);

P.Q.M.

delibera di infliggere:

a) alla Soc. SPAL 2013 la sanzione della perdita della gara con il punteggio di 0-3;

b) al calciatore FINOTTO Mattia (Spal) la sanzione dell’ammenda di € 500,00

la redazione - SportdelGolfo.com

Riproduzione Riservata ®

Aggiungi commento

La redazione si riserva di pubblicare l'allegato commento.
Verranno cancellati automaticamente quelli offensivi, lesivi all'immagine di associazioni, società o persone.

Codice di sicurezza
Aggiorna

I cookies vengono utilizzati per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza quando lo si utilizza. I cookies impiegati per il funzionamento essenziale del sito sono già stati impostati. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information