SportdelGolfo.com

tutto il nostro sport a 360° con un click!

  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

Esclusiva SdG.com, Parmonval: Giuseppe Cerro "Due vittorie in due partite non potevo chiedere altro"

E-mail Stampa PDF
Valutazione attuale: / 0
ScarsoOttimo 
AddThis Social Bookmark Button

Ad un anno dalla scomparsa di Tonino Cerro il figlio è l'uomo salvezza di Mondello

 

Ad un anno esatto della scomparsa di Tonino Cerro, il figlio Giuseppe è da tre settimane alla guida della Parmonval, formazione che milita nel girone A del campionato di Eccellenza.

Ereditata una situazione non semplice, dove nonostante il cambio di due allenatori (Biondo e Bennardo ndr) la squadra delle borgate di Partanna Mondello e Valdesi navigava nelle zone basse della classifica, con la promozione di Cerro dalla juniores alla prima squadra la formazione mondelliana ha conquistato due vittorie in altrettanti incontri.

Mister con il suo arrivo in prima squadra, la Parmoval ha ottenuto due vittorie in altrettante partite, se lo aspettava?

"Sicuramente non mi potevo aspettare inizio migliore, ero certo che grazie anche alla collaborazione dei ragazzi avremmo fatto grandi prestazioni. Ma 2 vittorie in 2 gare sono il massimo, per un allenatore che ha appena iniziato la carriera tra i "grandi" poteva ottenere".

E' stato difficile il salto di categoria?

"Onestamente parlando, l'unica novità sono i guardalinee, essendo stato l'allenatore della Juniores già l'anno scorso mi ha consentito di conoscere già il 70% del gruppo, quindi questo mi ha fatto entrare in campo con la stessa tranquillità di quando allenavo altre categorie".

Cosa si aspetta da questa stagione?

"Fortunatamente la stagione è lunga ed anche se ho preso una squadra che era in piena zona i play out con 10 punti di distanza dalla prima in classifica. Tutti vogliamo è arrivare ai fatidici 42 punti che vogliono dire salvezza, poi si vedrà ...".

La figura di allenatore per lei è  ormai scontata, portare un cognome come il suo era la logica continuità del lavoro di suo padre?

"Avevo 12 anni quando dissi a mio padre che non volevo fare il calciatore ma bensì l'allenatore, in questo mio padre non mi ha mai incoraggiato anzi, ha cercato sempre di farmi stare con i piedi per terra vista la concorrenza e le poche squadre in circolazione".

Ad un anno dalla scomparsa del maestro Tonino, com'è cambiata la sua vita?

"Prima di rispondere ne approfitto per ricordare agli che sabato 21 novembre (oggi ndr) alle ore 16 alla chiesa di San Giuseppe Cottolengo avrà luogo la messa per il primo anno dalla sua scomparsa. Ritornando alla domanda dico che è cambiato moltissimo, prima ogni volta che tornavo a casa ne approfittavo per chiedergli consigli, per fargli vedere l'allenamento che avevo proposto o che volevo proporre alla squadra. Ora invece torno e devo contare solo su me stesso, per carità le persone che mi stanno aiutando in questo percorso ci sono, ma i consigli di un padre sono sempre diversi".

Quest'anno è il 30° anniversario del film "Ritorno al Futuro", parafrasando il titolo della famosa pellicola, cosa le è rimasto del passato e cosa vede per lei nel futuro?

"Del passato mi è rimasto tutto, mio padre mi ha trasmesso molti valori umani e sportivi e li porterò sempre nel mio cuore cercando a mia volta di tramandarli, su tutto EDUCAZIONE, UMILTÀ E VOGLIA DI AGGIORNARSI E CONFRONTARSI SEMPRE. In futuro non so, spero che questo diventi il mio lavoro, ma se ciò non sarà comunque lo continuerò a fare per diletto senza frustrazione del fatto di non essere arrivato a grandi livelli".

Domenica importante match contro la capolista Dattilo Noir.

"Su questa non voglio dire nulla. Questa mattina al Lo Monaco effettuerò la rifinitura, poi si vedrà. Sono sicuro che ne verrà fuori, visti i valori in campo, una bellissima partita".

Grazie mister

"Ringrazio sempre tutti voi di SportdelGolfo.com per l'amicizia che mi dimostrate ogni anno. Un saluto a tutto il mondo dello sport, sperando che possa essere sempre un trampolino di lancio per un mondo migliore a molti giovani come me".

Fabrizio Campagnano - SportdelGolfo.com

Riproduzione Riservata ®

Aggiungi commento

La redazione si riserva di pubblicare l'allegato commento.
Verranno cancellati automaticamente quelli offensivi, lesivi all'immagine di associazioni, società o persone.

Codice di sicurezza
Aggiorna

I cookies vengono utilizzati per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza quando lo si utilizza. I cookies impiegati per il funzionamento essenziale del sito sono già stati impostati. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information